logo-sutramatzesuit banner su tramatzesuIT  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
facebook sutramatzesutwitter sutramatzesuyoutube sutramatzesu
storiatradizioniculturaintervisteracconti tag
ISTANTANEE-TRAMATZESI-tagsportFOTOVIDEOcuriosita
TRAMATZESI NEL MONDOEVENTI   
RitaCarta profile TOP
  1. Contatti
  2. Profilo
Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. (Specificare nell'oggetto "Rita Carta")

Rita, tramatzese di nascita, convinta e felice di esserlo, ha sempre partecipato attivamente alla vita sociale del paese. Ascolta, emozionandosi, la musica di Guccini, Dalla e dei cantautori italiani. Adora leggere e stare in compagnia di buoni amici. Da buona nostalgica vi racconterà del paese che fu, senza però disdegnare improvvise incursioni nella Gonnostramatza di oggi...

next
prev

SuTramatzesu - Il Blog degli abitanti di Gonnostramatza Oristano Sardegna Italia - Rita Carta

Scarpette rosse in cammino a Gonnostramatza contro il femminicidio...

No-Violenza contro donneNasce dall' artista messicana Elina Chauvet, la prima a raccontare, attraverso un’invasione di calzature rosse, il fenomeno del femminicidio. Il suo progetto “Zapatos Rojos”, ossia "Scarpette rosse" venne realizzato per la prima volta nel 2009 a Ciudad Juárez, la città di frontiera nel nord del Messico dove è nato il termine “femminicidio” per denunciare al mondo ciò che accadeva nel suo paese (a partire dal 1993, centinaia di donne vengono rapite, stuprate e uccise con totale impunità per gli assassini).

Leggi tutto...

La scatola dei ricordi

memories box

Siamo tutti impegnati con i nostri ricordi e con il nostro passato, e man mano che leggi i link negli odierni social network si accendono tante lampadine… bellissimo !!! E' successo tante volte che trovandomi in compagnia di persone più grandi ma anche più piccole i ricordi sbocciano... gli aneddoti fioccano e le risate ci rallegrano: ognuno racconta gli aneddoti del suo passato e tutti ascoltiamo divertiti e compiaciuti: “contusu de forredda” si diceva prima, oggi “contusu de pratza”.

Leggi tutto...
Subscribe to this RSS feed
Back to top